Gli imprenditori ci credono

Diego_Della_ValleAprile 2013

Diego Della Valle, patron della Tod’s, ha deciso di destinare l’ 1% dell’utile netto del 2012 ai propri dipendenti staccando un assegno complessivo da oltre 1,4 milioni di euro.

I 3600 dipendenti Tod’s percepiranno circa 500 euro bonus nella prossima busta paga.

L’azienda di Casette d’Este, che ha chiuso il 2012 con una crescita del 7,8% rispetto al profitto conseguito nell’esercizio precedente, si conferma uno dei gruppi italiani più attenti alla soddisfazione dei propri dipendenti.

Non si tratta della prima agevolazione di Mr Tod’s nei confronti dei propri lavoratori. A fine Luglio 2012, infatti, Della Valle aveva destinato ai propri dipendenti, per il quinto anno consecutivo, un contributo di 1.400 euro affiancando a questo bonus un’assicurazione sanitaria da estendere all’intera famiglia del dipendente oltre ad un contributo per l’acquisto dei testi scolastici dei loro figli.

Sicuramente un gesto importante quello del presidente della Tod’s che si è dimostrato sensibile alla situazione di forte crisi che sta colpendo l’intera popolazione italiana. Situazione resa ancora più critica dal continuo aumento della pressione fiscale che è arrivata a livelli record spingendosi oltre il 52%.

Il 2012 è stato un anno d’oro anche per tutti gli azionisti dell’azienda marchigiana che si sono visti staccare una cedola di ben 2,7 euro per azione, in crescita dell’ 8% rispetto al dividendo erogato da Della Valle nel 2011.

Immagine

Natale 2012

L’imprenditore del cashmere Brunello Cucinelli ha deciso di condividere 5 milioni di utili con i suoi 783 dipendenti che si troveranno in busta paga 6.385 euro a testa in più. «Questo vuole essere un dono di famiglia, qualcosa che va aldilà dell’azienda che è quotata in Borsa», ha detto Cucinelli. «Abbiamo voluto dare un premio a chi è cresciuto insieme a noi e l’abbiamo comunicato ai dipendenti», ha aggiunto l’imprenditore che ha slegato però il dono dalle ultime polemiche col sindacato che si lamenta degli ostacoli che verrebbero frapposti dalla proprietà al suo ingresso nell’azienda umbra.

Annunci